• Susanna Esposito

Aromaterapia e intuito


Molte ricerche sono state condotte negli ultimi anni circa le proprietà medicinali delle essenze e notevole è l’interesse risvegliato intorno alle possibilità farmacologiche della botanica.

Gli erboristi dei secoli passati nutrivano amore per la natura e rispetto per le piante che capivano meglio di noi oggi. Sapevano dove crescono spontaneamente, quando coglierle, quali pianeti le dominano e come tutto ciò ne influenzi le proprietà. Sapevano poco o nulla dei componenti chimici delle erbe né perché possedessero certe proprietà. Ma sapevano in quali casi e per quali malattie farne uso. Questo sapere era basato non sulla scienza ma su fatti empirici, esperienza pregressa e intuito personale.

L’aromaterapia era in passato considerata una via di mezzo tra la terapia e l’occultismo, gettando su di essa un alone di mistero e di malinteso; vari scritti e trattati hanno contribuito a fare luce su tale disciplina. Che cos’è l’aromaterapia? Una branca dell’erboristeria? Questo è vero solo in parte.

Le essenze sono come il sangue nel corpo umano.

Non sono l’intera pianta, però sono sostanze organiche in sé intere.

Come il sangue possiedono le caratteristiche del corpo (pianta) dal quale provengono.

L’essenza è la parte più sottile ed eterea della pianta e la sua azione si esplica a un livello più alto e sottile di quello al quale opera la pianta intera o il suo estratto in quanto esercita un effetto particolarmente marcato sulla psiche, specie sulla sfera affettiva.

Il potere di penetrazione degli oli essenziali è tale da agire sugli organi interni nelle regioni sottostanti le aree di applicazione è dunque raccomandato somministrarli per via esterna.

L’aromaterapia non è separata da una quantità di fattori: i principi fondamentali della terapia naturale, il massaggio, la dieta, e lo stile di vita nel suo insieme. Per questo è importante trattare tutti questi argomenti, è difficile trattarne uno senza toccare gli altri.

Le forme sono in rapporto con i colori, gli odori, i sapori, gli stati d’animo, gli elementi, gli organi, le piante, le malattie; sono tutti fattori interdipendenti.

Le analogie naturalmente non sono mai perfette però ci permettono di capire l’ordine dell’universo, la correlazione che passa tra fenomeni apparentemente lontani. Quelle che trattiamo sono in realtà qualità o vibrazioni. Come facciamo a sapere se due cose posseggono la stessa qualità o vibrazione? Grazie alle sensazioni, grazie all’uso del sesto senso che chiamiamo intuito. Più sviluppiamo l’intuito più siamo in grado di capire l’ordine e la perfezione dell’universo e più profonda e ricca è la nostra vita.

(Fonti: Manuale di Aromaterapia, Robert Tisserand)

#oliessenziali #aromaterapia #intuizione #vibrazioni #terapianaturale #energiasottile #piante #essenza

44 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
TempoNaturale (4).png