• Susanna Esposito

Il Secondo Chakra: (parte 2) le pratiche di armonizzazione


Nel tempo delle 13 Notti Sante, nel periodo in cui si plasma nel tuo cuore il seme degli eventi dell’anno futuro, puoi consolidare la pratica di armonizzazione del Secondo Chakra per coltivare la gioia di vivere e nutrire la tua vitalità durante tutto l'anno.

La meditazione

Preparati per lasciarti andare alla armonizzazione del Secondo Chakra, accendi un incenso e qualche candelina magari di colore arancione, rendi confortevole il luogo nel quale hai previsto di concederti un sereno incontro con te stess@. Come già ti indicavo nella meditazione di armonizzazione del Primo Chakra puoi utilizzare il tappetino da yoga o una stuoia, ma se preferisci o ti senti più comod@ o a tuo agio andranno bene anche il letto o il divano, e, vista la stagione invernale metti accanto a te una coperta con la quale potrai tenere caldo il corpo in caso tu senta freddo.

- Ora distenditi in posizione supina e chiudi gli occhi, lentamente prendendo il tempo di cui hai bisogno comunica a te stess@ che stai cominciando la pratica di armonizzazione del Secondo Chakra. Fai alcuni respiri profondi attraverso i quali comincerai a lasciare andare le tensioni e i pensieri, accogliendo ossigeno e aria pulita attraverso il respiro

- Dirigi la tua attenzione verso il corpo,  visualizzandone le varie parti dai piedi fini alla testa compresi i visceri, e inducendo in te stesso attraverso l'autosuggestione un progressivo stato di rilassamento.

- Poggia le mani sotto l'ombelico al centro del ventre. Attraverso il contatto delle mani avverti e asseconda il movimento ritmico del respiro profondo.

- Ispirando immagina e senti di far confluire l'energia nell'area in cui sono posate le tue mani, il tuo Chakra sacrale attraverso il flusso del respiro si riempie di Prana, energia universale.

- Senti e sappi che dei raggi di luce arancione dalle tue mani si sprigionano verso il Secondo Chakra riempiendolo di una calda luce color arancio.

- Ora senti sappi e vedi come la luce che ha illuminato il tuo Secondo Chakra prende la forma di una sfera color arancione piena di energia che lentamente si espande sempre sempre di più fino a pervadere tutto il tuo corpo.

- Soffermati per tutto il tempo necessario su questa immagine fino a sentire e percepire sempre di più la luce e l'energia dentro di te e riposa in essa.

- Poi quando ti sentirai pronto, lascia andare le mani accanto al tuo corpo, con i palmi verso l'alto e rimani nella posizione ancora un poco cercando di percepire gli effetti dell'armonizzazione.

Il mantra

Quando avrai preso confidenza con il tuo Secondo Chakra potrai aggiungere alla armonizzazione meditativa un nuovo elemento: dopo alcune respirazioni profonde pronuncia diverse volte il mantra VAM concentrando la mente sul plesso ipogastrico. Se ripetuta con continuità questa pratica risveglierà in maniera profonda le energie creative e vitali.

Zhan zhuang "in piedi come un albero"

Utilizzata come posizione di partenza di molte forme di qigong e del taiji quan zhan zhuang è fantastica anche per coltivare la propria energia, accrescerla e purificarla.

L'esercizio ti aiuta a praticare la connessione e l’armonia tra le diverse parti del corpo.

- In piedi, mantenendo i piedi paralleli con un’apertura pari alla larghezza delle spalle, e i talloni leggermente più larghi delle spalle,

- caviglie, ginocchia e anche sono lievemente flesse in modo da abbassare il baricentro, verso il quale si porterà l'attenzione, e rilassare le articolazioni, in questo modo si rilassa anche il tratto lombare,

- la schiena è diritta con le spalle rilassate, la sommità del capo tende verso l’alto, lo sguardo è rilassato e  lontano,

- le braccia vanno poste in avanti, arcuate come se si volesse abbracciare un albero, i palmi rivolto verso la zona  del del plesso solare.

- Respira con regolarità e tranquillità e fai scendere il respiro verso la parte bassa del bacino.

- Vedi senti e sappi che a ogni respiro fluisce nel tuo bacino la forza vitale che ti porta energia, rinvigorendoti e vivificandoti. Riempi con questa energia l'intero corpo. 

Rimani così per circa 5 minuti, poi sciogli la posizione abbassando le mani  a livello dell’addome e infine appoggiale sull’ombelico.

Nel caso tu abbia difficoltà a tenere la posizione in piedi puoi eseguire il medesimo esercizio da seduto tenendoti ben dritto sedendo sul bordo della sedia con il bacino più in alto delle ginocchia.

Purificati con l'acqua

Fare un bagno è uno dei modi più rilassanti di purificarsi con l'acqua ma andrà benissimo anche la doccia proprio perché l'acqua che scorre potrà evocare lo scivolare via delle tensioni e delle negatività accumulate nella giornata. Purificherai il corpo e contemporaneamente avrai alleggerito lo spirito. Attraverso un bagno o una doccia potrai vivere un rituale di purificazione e rivitalizzazione e anche in questo caso, come nella meditazione di armonizzazione, ti invito a preparare il bagno in modo che possa accogliere un tale momento di rigenerazione dedicato a te stess@ o se lo vorrai alla coppia. 

Al volgere di una giornata fai una doccia prima di intraprendere una nuova attività, compi questo atto con la consapevolezza meditativa di star lavando via da te tensioni, preoccupazioni, arrabbiature, negatività facendo spazio a luce, energia, gioia e purezza.

Affida tristezze, pensieri negativi, paure e brutti pensieri all'acqua che scorre pregandola interiormente di assorbirli, trasformarli e purificare e alleggerire il tuo spirito.

In generale per riattivare l'energia del Secondo Chakra  entra in contatto con l'elemento acqua, e cura l'equilibrio idrico del tuo corpo assumendo il giusto quantitativo di liquidi che esso richiede. Indossa capi di abbigliamento color arancio o decora la tua casa con oggetti o tappezzeria arancione. Vai a ballare!

#SecondoChakra #Svadhisthana #acqua #purificazione #vitalità #energia #arancio #arancione #Zhanzhuang #rivitalizzare #rigenerare #ballare

118 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
TempoNaturale (4).png