• Susanna Esposito

Manipura, il terzo Chakra (1): caratteristiche


Dopo il Centro della Radice Muladhara Chakra  e il Centro Sacrale Svadhistana Chakra incontrerai il Chakra del Plesso Solare detto Manipura. Esso trae nutrimento dalle energie positive dei primi due Chakra, sintetizzabili come sicurezza e gioa di vivere. Manipura si manifesta nella consapevolezza di sé, del proprio valore e del proprio potere.

Significato

Il Chakra Manipura, il cui nome in sanscrito vuol dire Gioiello Splendente, rappresenta il desiderio e la capacità di azione verso l'esterno, la spinta all'autoaffermazione, la consapevolezza del proprio potere e la compassione. Il termine Gioiello Splendente fa riferimento anche all'archetipo luce che, come vedremo più avanti, insieme ad altre specifiche qualità, rientra nel simbolismo del Sole associato a questo Chakra.

Localizzazione anatomica, organi, ghiandole e funzioni associate

Tradizionalmente il Manipura Chakra viene situato in corrispondenza della zona superiore dell'ombelico, nell'area dello stomaco o anche del plesso solare. Esso gestisce le funzioni digestive, il cosiddetto fuoco digestivo, e influenza il sistema nervoso vegetativo. Gli organi associati sono lo stomaco, il fegato, la vescica biliare, la milza e l'intestino tenue. La ghiandola corrispondente al Terzo Chakra è il pancreas. Puoi quindi comprendere l'importanza centrale che Manipura ricopre nei processi di assorbimento, assimilazione, metabolizzazione e digestione degli elementi nutritivi che provengono dagli alimenti.

Elemento 

L'elemento che rappresenta il Chakra Manipura è il fuoco. Già nominato come fuoco digestivo, esso può essere definito una energia trasformatrice. Il fuoco distrugge, ma è anche un fenomeno naturale che tende verso l'alto, la fiamma, rappresentando così il movimento della crescita. Nel suo manifestarsi può ricordare un ciclo paragonabile a quello delle stagioni di costruzione, crescita, abbondanza, decadimento, distruzione caduta e nuovo inizio. Il fuoco infatti è una potenza tanto distruttrice quanto costruttiva e vitale. Così come dalla distruzione del vecchio può prendere vita il nuovo, dalla trasformazione degli alimenti ricaviamo energia vitale. Ma la forza dell'elemento fuoco è altrettanto efficace nel simboleggiare la trasformazione spirituale; il fuoco sacro è un elemento purificatore. Meditare sulla luce di una candela, sulla luce del sole o sulla luce interiore si rivela una pratica estremamente potente ed efficace per creare consapevolezza, forza e chiarezza dentro di sé.

Iconografia del loto e simbolismo 

Il loto del Chakra Manipura ha dieci petali e brilla illuminato da un caldo colore giallo dorato. All'interno vi troviamo disegnato un triangolo delineato in rosso con la punta diretta verso il basso, esso simboleggia il fuoco. Si noteranno le linee rette che si dipartono da ogni lato del triangolo, sono il simbolo del movimento circolare del sole. Tanto grande è il potere del sole che le più importanti divinità e i grandi governanti di tutti i popoli gli sono stati associati. Il Sole, il Dio Sole, porta con sé un simbolismo archetipico di luce, calore, potere, splendore, luminosità e gioia. Evoca contemporaneamente devozione, in quanto principio vitale e fonte di vita per ognuno di noi, e rispetto misto a timore per la sua potenza, creatrice e distruttrice. Il mantra associato a Manipura Chakra è "Ram".

Chakra Manipura in equilibrio

Manipura Chakra rappresenta un elemento fondamentale nella maturazione, nella crescita e nella capacità di affermazione di un individuo. Quando si parla del Centro del Plesso Solare è fondamentale evidenziare aspetti come volontà, potere personale e senso di identità. L'energia di Manipura riguarda la voglia di conoscere sé stessi, le proprie aspirazioni e i propri interessi per poi dargli spazio attraverso azioni concrete, realizzando i propri talenti. Ma nel Chakra Manipura si concentra anche una forza emozionale legata al calore dei sentimenti: compassione e calore e umano. Quando il Chakra del plesso solare è sviluppato in maniera sana ed equilibrata si manifesterà con la costruzione di un forte senso di identità, consapevolezza di sé e dei propri obiettivi. I progetti vengono perseguiti con determinazione affrontando ogni ostacolo con la consapevolezza delle proprie possibilità e della propria forza; conservando al contempo rispetto e sensibilità verso gli altri.

Chakra Manipura in squilibrio

Quando il Chakra Manipura è in squilibrio, nel caso di un eccesso di energia, può venire a mancare la comprensione verso il prossimo ai danni del quale si perseguono i propri scopi, dando sfogo a sete di potere, aggressività, e a una ambizione sfrenata. L'emozione predominante in questo caso è la rabbia, distruttiva e incontrollata.

Una carenza di energia a livello del Terzo Chakra si manifesta invece come incertezza sul cammino da prendere e da perseguire nella vita, con sentimenti di vittimismo e autocommiserazione. Manca in gran parte il senso di responsabilità verso la propria vita, lasciata in balia degli altri o delle circostanze, e viene meno la capacità di agire e prendere iniziativa.

Un chakra del plesso solare equilibrato è davvero importante per la realizzazione di sé, qualunque essa sia. Rimuovendo, attraverso la propria forza interiore, gli ostacoli e le difficoltà che normalmente si frappongono fra noi e il raggiungimento di un obiettivo possiamo inoltre sperimentare, potere personale, successo e abbondanza in campo spirituale e materiale. 

Il dio elefante, la divinità indiana Ganesh, è un ottimo rappresentante del Chakra Manipura. 

Ganesh, infatti, viene chiamato colui che rimuove gli ostacoli ed è associato all’

abbondanza.

Lasciandoti questa bella immagine di Ganesh ti saluto e ti do appuntamento al prossimo post dove ti parlerò dei Fiori di Bach e dei cristalli associati al terzo Chakra

#plessosolare #terzochakra #autoaffermazione #Poterepersonale #realizzazionedisé #abbondanza #Ganesh

157 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
TempoNaturale (4).png