• Susanna Esposito

Il Primo Chakra (parte 1): le caratteristiche.


Muladhara è la base e la radice del modello dei Chakra, è un centro che trasforma e ridistribuisce l'energia raccolta dalla terra e dalla natura.

In sanscrito Mula significa radice e Adhara sostegno infatti possiamo paragonare il Primo Chakra alle radici di un albero o alle fondamenta di una casa, entrambe quando presenti donano stabilità e solidità. Sul piano materiale esso è situato in corrispondenza del coccige, nella parte bassa del bacino tra perineo e ano; gli organi e le parti del corpo a esso associati sono le ghindole surrenali, l'intestino crasso le ossa, i denti, il coccige, le gambe e i piedi; mentre le funzioni da esso regolate saranno quelle escretorie ed emopoietiche. Naturalmente il Chakra non è rintracciabile nel corpo fisico, i suoi flussi energetici sono di natura fisico-energetica, psichica e spirituale. Secondo lo Yoga il Primo Chakra ospita la Kunadalini, l'energia divina che risiede in ogni individuo, essa, da una base stabile, può risalire ai successivi centri energetici.

Il principio del Chakra della radice è l'elemento terra, iconograficamente viene rappresentato da quattro petali e un quadrato in genere colorati di rosso, simbolo di vitalità, energia, passione, forza. Le vibrazioni del centro della base sono ad altissima frequenza, molto simili alle vibrazioni della Terra. E proprio pensando all'elemento terra possiamo evocare qualità come la stabilità, la sopravvivenza, il radicamento e la sicurezza, tutte caratteristiche fondamentali del Chakra Muladhara. Da un punto di vista simbolico quindi quando esso è in armonia permette all'individuo di essere ben radicato e di sviluppare fiducia in sé stesso, tranquillità e una personalità sicura, con la giusta dose di protezione dal mondo circostante. Non solo, vi sarà una estrema consapevolezza del proprio corpo e una certa facilità a percepirne i bisogni. Il successo professionale, rapporti familiari stabili, un buon rapporto con il passato e la stabilità materiale in genere possono realizzarsi anche grazie a un Primo Chakra ben sviluppato.

Quando invece il Chakra Muladhara si trova in uno stato di carenza energetica anche la connessione con le nostre radici, con la Madre Terra e con la natura subisce una battuta d'arresto. Ne consegue una progressiva perdita di sicurezza, di centratura e fiducia in sé stessi con inquietudine e paura; oppure nel caso opposto si potrà manifestare un forte materialismo e attaccamento ai beni materiali, opportunismo ed egocentrismo. A livello fisico si potrà soffrire di rigidità a livello del sacro, problemi ai denti alle ginocchia e alle ossa.

Prendersi cura del Chakra Muladhara e della sua energia fondamentale può conferire sicurezza e stabilità insieme alla profonda connessione con le nostre radici naturali.

Nel prossimo post descriverò come attivare il Chakra della radice con la meditazione, i fiori di Bach, i cristalli e l'aromaterapia.

#chakra #yoga #radici #energia #muladhara #primochakra #radicamento #MadreTerra #terra #stabilità #fiduciainsé #successo

127 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
TempoNaturale (4).png